Trading Online

Il trading online è una modalità di investimento che consente di accedere ai principali mercati tramite il web. Utilizzando le piattaforme di trading che si trovano in internet è possibile acquistare e vendere attività finanziarie. Una tipologia di investimento che è andata crescendo sul finire degli anni ’90, con la diffusione delle tecnologie informatiche indispensabili per accedere allo strumento. Con il trading online è possibile effettuare operazioni su vari strumenti: quali sono gli asset trattabili nel trading online?

  • Azioni;
  • Obbligazioni;
  • Fondi comuni di investimenti;
  • ETF;
  • Opzioni;
  • Futures;
  • Valute estere (si parla in questo caso di Forex).

Sono questi i principali asset che vengono trattati con il trading online, quindi con l’investimento in rete tramite piattaforme apposite.

Cos’è il trading online

Il trading online è conosciuto anche come e-trading o investimento autonomo partendo proprio dalle sue peculiarità: il significato in italiano è ‘investire in rete’, quindi sfruttando il web, senza bisogno di intermediari.
Se chi era solito investire doveva, in passato, contattare società di intermediazione, banche, promotori e quant’altro per piazzare i propri movimenti, oggi si può fare tutto in totale autonomia semplicemente collegandosi ad una delle tante piattaforme di trading online.
In trading on-line funziona quindi direttamente in rete, senza intermediari: è l’investitore in prima persona a portare avanti le operazioni facendo ricorso ad un broker online. Grazie alla diffusione capillare di internet, sempre più investitori utilizzano questo approccio.

Trading on-line come funziona

Quello che occorre per investire nel trading online è registrarsi ad una piattaforma, aprire un conto ed investire direttamente sui mercati tramite la rete, senza la necessità di rivolgersi ad intermediari finanziari. Una metodologia moderna che consente di investire in modo rapido e semplificato, in pochi secondi, grazie ai broker virtuali che restano fondamentali per accedere al mondo del trading online ma che, anche per questo, nasconde molti rischi. Le piattaforme di investimento mettono a disposizione dell’utente un terminale di trading, ovvero un software indispensabile per investire i propri soldi.

Iniziare a fare trading online

Per iniziare a fare trading online è sufficiente solo questo: una piattaforma di intermediazione alla quale registrarsi ed una connessione internet. Facile come approccio ma anche rischioso: il pericolo è quello che si inizi ad investire spinti da questa semplicità ma senza avere le opportune conoscenze tecniche in materia. Investire senza sapere quello che si sta facendo presenta, come ovvio, rischi enormi.
Per fare un esempio di trading online, un investitore decide di acquistare un determinato asset, come una valuta estera: entra nella piattaforma presso la quale ha aperto un account e sceglie la quantità. A quel punto tutto quello che deve fare è inviare l’ordine con un semplice click: ordine che sarà ricevuto e processato dal broker online (la piattaforma).
Un procedimento estremamente semplice (si parla di accesso al trading, non certo di semplicità di guadagno) ma che è tale in quanto si basa sulle potenzialità del web; in sostanza i broker della rete fungono da hub, rete di smistamento, per gli investimenti che sono effettuati in rete. Tutto avviene in modalità virtuale: il cliente investitore riceve per mail estratto conto periodico con i movimenti effettuati e resoconto degli investimenti.

Come imparare a fare trading online

Fin qui la parte teorica legata al funzionamento del trading online: ma come imparare questa tipologia di investimento? Il consiglio è di iniziare ad investire dopo essersi costruiti una base solida di competenze. Per farlo, ci sono diverse strade:

  • Corsi di trading online: in rete sono presenti diversi corsi di trading online, solitamente gestiti direttamente dalle piattaforme, quindi dai broker. Percorsi da seguire su internet per imparare a fare trading online;
  • Conti demo trading online: un altro strumento molto utile è il conto demo: si parla di conti virtuali, con soldi non reali, che consentono all’investitore di iniziare ad eseguire i primi movimenti sui mercati senza muovere soldi veri. Il tutto con la finalità di prendersi il tempo necessario ad apprendere i meccanismi del trading.

Imparare a fare trading online è fondamentale per investire sui mercati tramite la rete: il trading è comunque una forma di investimento che non può essere approcciata se non si hanno le competenze sufficienti.

Il trading online è sicuro?

A questo riguardo, il trading online non offre garanzia di guadagno: il mondo degli investimenti non è mai una certezza. La differenza nel trading online la fanno diversi fattori, come ad esempio:

  1. La scelta della piattaforma di trading;
  2. l livello di preparazione con il quale ci si approccia ad investire;
  3. La conoscenza dei mercati e la capacità di saper leggere gli attimi;
  4. La capacità di mantenere la mente lucida anche nei momenti di perdita.

Il trading online è uno strumento sicuro se eseguito tramite le migliori piattaforme di trading, quelle certificate e regolamentate, ma che non offre garanzia di guadagno. La bravura del trader fa, ovviamente, tutta la differenza del caso.

Trading online: quale piattaforma scegliere

La scelta della piattaforma che abbiamo visto è uno degli elementi in grado di fare la differenza in materia di successo finale dell’investimento; si parla di sicurezza, quindi è indispensabile affidarsi a broker regolamentati, le migliori piattaforme di trading online della rete il cui elenco può essere trovato anche sul sito della Consob (l’organismo che in Italia ha il compito di regolamentare gli intermediari finanziari).
Il consiglio per gli investitori è quello si effettuare una accurate ricerca sulla piattaforma prima di procedere all’apertura di un conto presso di questa; da ricordare poi che non tutti i titoli sono disponibili per essere scambiati online, dipende sempre dal broker.

Il trading online è una truffa?

Una domanda che spesso circola in rete: il trading online è una truffa? La risposta è nell’essenza stessa dello strumento: il trading online è una modalità di investimento che utilizza la rete e che non necessita di intermediari consentendo quindi all’utente di fare tutto da solo.
Non si tratta quindi di una truffa, ma di uno strumento che non garantisce comunque guadagni; in sostanza con il trading online si possono anche perdere soldi. Ci sono grandi operatori che sono presenti sul mercato del trading online, quindi non si può parlare di truffa; è indispensabile ricordare che si deve iniziare ad investire quando si ha una conoscenza sufficiente dei mercati e dello strumento trading online.

Trading online: opinioni e forum

A questo riguardo basta leggere le tante opinioni in rete sul trading online, rilasciate da utenti ed investitori all’interno dei vari forum di settore. Le testimonianze sono varie, c’è chi è riuscito a guadagnare e chi ha perso il proprio capitale, come accade spesso con gli investimenti.
Opinioni contrastanti quindi che certificano come il trading non sia uno strumento che può garantire guadagni e che deve sempre essere approcciato con attenzione, dopo essersi formati approfonditamente in materia.

Trading online FAQ

Di seguito una serie di domande e risposte sul trading online:

  • Cos’è il trading online?
    Il trading online è un approccio multimediale al mondo degli investimenti. Si utilizza la rete per investire direttamente senza intermediari fisici.
  • Come fare trading online?
    Per fare trading online occorre registrarsi presso una piattaforma di trading che offra la possibilità di accedere ai mercati.
  • Quale piattaforma di trading online scegliere?
    Scegliere piattaforme di trading regolamentate, che abbiano regolare autorizzazione ad operare, così da circoscrivere i rischi.
  • Si guadagna con il trading online?
    Non è mai garantito. Si può guadagnare dall’investimento e si può anche perdere quanto investito.
  • Chi può usare il trading online?
    Sia investitori professionali che investitori retail, quindi privati.
  • Trading online: da dove cominciare?
    Dallo studio, fondamentale per approcciarsi allo strumento. Iniziare ad investire senza conoscere la materia può essere molto rischioso.