Piattaforme Trading

Per iniziare ad investire nel trading online è indispensabile registrarsi ad una piattaforma: un broker online che opera direttamente in rete offrendo i propri servizi di intermediazione. Le piattaforme di trading online sono accessibili tramite il web e richiedono una registrazione con apertura di account per essere utilizzate.
Altro passo fondamentale è quello di depositare una cifra necessaria per poter iniziare a fare trading in rete. Ogni piattaforma di trading online ha proprie politiche in materia, per iniziare potrebbe essere conveniente puntare su un broker che non richieda versamento di cifre elevate. In linea generale le piattaforme di trading online non richiedono l’installazione di alcun software, sono siti e portali ai quali ci si può collegare, compatibili con i principali sistemi operativi.

Cosa sono le piattaforme di trading online

Per iniziare a fare trading è sufficiente accedere ad un sito di una piattaforma di trading, aprire un account ed iniziare ad investire. Solitamente le piattaforme tendono ad essere gratuite in quanto a registrazione; tuttavia è bene non basarsi esclusivamente su questo parametro per la celta dato che, come vedremo più avanti, scegliere la piattaforma di trading online giusta, sicura, adeguata è il primo passo per investire con maggiori margini di sicurezza (il trading online è sempre un rischio, come molte forme di investimento).
La piattaforma di trading, o broker online, va solitamente a guadagnare sul quantitativo movimentato dal cliente, vale a dire incassa commissioni in base al numero delle transazioni eseguite in un dato periodo temporale. Una volta registrato un account è possibile iniziare ad investire tramite la piattaforma scelta. L’interfaccia è fondamentale, tra le tante piattaforme della rete potrebbe essere opportuno sceglierne una con grafica semplificata così da avere sempre sotto controllo la situazione del proprio conto.

Come funziona una piattaforma di trading online

Una volta aperto un account come detto, si può iniziare ad investire sui mercati; al riguardo è bene, in fase di scelta della piattaforma di trading online, assicurarsi che il broker scelto offra possibilità di investire sull’asset che si vuole. Questo perché in rete è possibile investire su tanti strumenti finanziari, dalle azioni alle materie prime passando per valute straniere, Etf, derivati, criptovalute e quant’altro.
Quando si è sicuri che la piattaforma scelta consenta di tradare sull’asset che si desidera, si può aprire account ed iniziare con gli ordini. Il meccanismo delle piattaforme di trading online solitamente è il seguente:

  1. Si procede inserendo l’ordine desiderato all’interno del broker online;
  2. Si può, una volta sicuri di quanto si sta facendo, inviare l’ordine in questione con un clic;
  3. L’ordine viene quindi smistato all’interno di un database presente nella piattaforma;
  4. Il database va ad effettuare un match con il mercato di riferimento per inviare poi conferma ai broker sia dell’acquirente (di chi sta investendo) che del venditore (ogni investimento richiede acquisto di un asset che dovrà essere venduto da qualcuno);

In sostanza una piattaforma di trading online è un intermediario, con la particolarità di essere virtuale e non fisico come lo sono gli intermediari tradizionali, dalle banche ai promotori finanziari.

Migliore piattaforma trading online

La domanda che ci si pone quando si inizia ad investire in questo campo: qual è la migliore piattaforma per fare trading online? Una risposta univoca non c’è e certamente non è nostra intenzione fornire indicazioni. Quello che è certo è che ci sono alcuni paletti che devono essere necessariamente tenuti in considerazione, su tutti la questione della regolamentazione che gioca un aspetto rilevante.
Oggi in rete le piattaforme di trading online sono tantissime e non tutte a norma: scegliere la migliore piattaforma per investire significa poter fare trading in sicurezza. Un aspetto non da poco che comunque non vuol dire avere garanzie di guadagno; queste non si possono mai avere, il che deve mettere il trader in guardia quando ci si trova di fronte ad un broker online che pubblicizza guadagni sicuri. Che, ovviamente, non possono esistere. Vediamo cosa guardare quando si è alla ricerca della migliore piattaforma di trading online.

Come scegliere la piattaforma di trading online?

Detto ciò, in termini concreti, quali sono gli aspetti da valutare per scegliere tra le migliori piattaforme di trading online? Vediamo alcuni punti fondamentali:

  • 1. La regolamentazione: è bene affidarsi esclusivamente a piattaforme regolamentate da un ente apposito. In Italia è la Consob a fornire autorizzazione a queste piattaforme per operare; altrove, in altri paesi, ci sono enti equivalenti. Puntare su broker regolamentati in Italia o quantomeno nell’Unione Europea potrebbe essere conveniente. Attenzione: affidarsi ad un broker regolamentato vuol dire investire in modo più sicuro, ma non significa comunque avere più possibilità di guadagno;
  • Tipologie di asset: come si diceva prima, è indispensabile scegliere una piattaforma che dia la possibilità di investire sugli asset che si vogliono trattare. Se si vuole in vestire in Borsa ad esempio, si deve sceglier un broker che fornisca possibilità di fare trading in azioni;
  • Facilità d’uso: altro aspetto importante. Quanto è complessa la piattaforma che si sta scegliendo? Meglio optare per un broker semplice, chiaro, con un’interfaccia pulita all’interno della quale trovare subito tutte le informazioni di cui si ha bisogno;
  • Costi della piattaforma: come si diceva la maggior parte delle piattaforme di trading della rete è gratuita. Si parla ovviamente di apertura profilo, quindi di iscrizione. I broker vanno poi a guadagnare sul numero di operazioni effettuato dall’utente. Tuttavia come già ricordato, è bene non focalizzarsi troppo sull’aspetto commissioni cercando in modo esasperato la più conveniente: meglio dare la precedenza ad altri parametri, primo tra tutti quello legato alla sicurezza;
  • Varietà di strumenti: ci sono tanti strumenti che possono essere utili per il trader e che è bene che una piattaforma offra: tra questi soprattutto i Webinar e materiale informativo per imparare a fare trading; i corsi di trading online; il conto demo, per investire in modalità fittizia senza soldi reali. Strumenti che analizziamo di seguito;
  • Deposito minimo ed eventuali bonus: altri due fattori da valutare, il rimo riferito alla possibilità di aprire un conto di trading anche con un deposito minimo; l’altro legato ad eventuali bonus per iniziare a fare trading.

Gli strumenti del Trading Online:

Gli strumenti del trading online possono essere utili per imparare ad investire, approfondire la materia ed avere un accesso semplificato al mondo degli asset finanziari. Tra gli strumenti più utili si possono segnalare:

  1. Il conto demo: ovvero, conti di trading online che consentono di iniziare ad investire senza usare soldi reali. L’utente può simulare l’investimento usando soldi non veri: in questo modo egli avrà tempo per apprendere i meccanismi del trading online e potrà continuare ad usare soldi non veri fino a quando non si sentirà pronto per investire in modalità reale. Quest’ultima ovviamente comporterà un percentuale di stress non presente in modalità demo, che potrebbe avere ripercussioni sulla lucidità del trader;
  2. Webinar e materiale didattico: legati al punto precedente sono anche i webinar (video tutorial e lezioni in diretta) oltre che tutto il materiale didattico per imparare il trading online. perché si parla pur sempre di un mondo complesso, non per tutti; iniziare ad investire senza avere una base solida ed una preparazione può essere estremamente rischioso.

Sono questi i principali strumenti da ricercare in una piattaforma quando si procede alla scelta. Ce ne sono anche altri più complessi che riguardano ad esempio la possibilità di fare uso dei segnali di trading o dei robot automatici per investire.

Piattaforme trading online FAQ

Di seguito una serie di domande e risposte sulle piattaforme di trading online:

  • Quale piattaforma di trading online dovrei scegliere?
    Non esiste una risposta certa e non vogliamo fornire indicazioni né consigli: tuttavia è bene, per sicurezza, optare per piattaforma che siano registrate e regolamentate nell’Unione Europea, possibilmente in Italia.
  • Come guadagna una piattaforma di trading online?
    Ci sono di versi modi: alcune piattaforme richiedono quota per aprire un account; altre, la maggior parte, sono gratuite ma vanno poi a prendere commissioni sul numero complessivo delle operazioni effettuate dal trader.
  • Come scegliere l’asset su quale puntare?
    Dipende dal trader: ci sono asset più sicuri ed altri più a rischio, sempre a discrezione dell’investitore.
  • Chi esegue i miei ordini sulla piattaforma di trading?
    Non tutte le piattaforme hanno iter uguale: è possibile che un broker crei il prezzo dell’asset e proceda poi ad eseguire gli ordini; così come può esserci un broker che vada a trasmettere prezzi concorrenti rilasciati dalle banche.
  • È importante scegliere una piattaforma in lingua italiana?
    Si, è importante, in quanto tutto sarà più chiaro visto anche che non tutti conoscono le parole specifiche del linguaggio finanziario in inglese. Meglio che sia in lingua italiana e che abbia un servizio di assistenza clienti operativo e reperibile, sempre possibilmente in italiano.